5 Errori da Evitare per un Marketing Strategico

5 Errori da Evitare per un Marketing Strategico Autore:

Valentina Nonato

5 errori da evitare per un marketing strategico Sempre più aziende fanno ricorso a strategie di Inbound Marketing per attirare nuovi visitatori, convertirli in contatti e coltivarli fino a farli diventare clienti. Capire i meccanismi alla base dell’Inbound è il primo passo verso un Marketing Strategico; molte aziende hanno raggiunto importanti traguardi e questo perché sono riuscite ad assimilare in modo ottimale i concetti chiave di questo metodo. Diversamente, le aziende che non hanno compreso questi principi sono inciampate in piccoli errori che, una volta trascurati, sono diventati grandi ostacoli nel raggiungimento dei loro obiettivi. Di seguito vediamo i principali errori commessi dalle aziende, 5 sviste da evitare se vuoi costruire una strategia di Marketing vincente. 1. Non separare il team di Marketing dal team di Vendite: devono lavorare insieme Molte aziende separano il team di marketing dal team di vendite e questo nella convinzione che si tratti di due entità totalmente distinte. Il team di marketing si occupa di attirare nuove visite e trasformarle in potenziali clienti che verranno poi convertiti dal team di vendite. Molte informazioni sui nuovi contatti, soprattutto le più critiche e preziose, molto spesso vengono perse nel momento in cui non vi è dialogo tra i due reparti . Queste due squadre dovrebbero essere cucite insieme da due parole chiave: collaborazione e cooperazione. Devono lavorare insieme nel raggiungimento di uno scopo comune: il successo dell’azienda. Il team di vendite, se in contatto con il team di Marketing, può imparare molte cose sui suoi potenziali clienti: quali pagine del sito sono state viste dal visitatore, quante email sono state lette, le informazioni rilasciate nelle form, quali contenuti sono stati scaricati e molto altro ancora. Le risposte a queste domande possono essere di grande importanza per quanto riguarda gli appuntamenti di vendita e la conversione veloce di contatti in clienti. Queste due squadre si alimentano in modo reciproco, il team di vendite conosce i bisogni delle persone, informazioni di cui il team di Marketing necessita assolutamente, solo così potrà creare contenuti migliori e mirati. 2. Non dimenticarti di misurare il tuo Ritorno di Investimento (ROI) Tempo, impegno e denaro, ecco in cosa investono principalmente le aziende ogni giorno. Questi sforzi portano davvero a qualcosa di concreto? Stai monitorando il tuo sito web? Stai cercando delle keyword? Stai verificando l’efficacia della tua CTA? Della tua Landing Page e delle tue form? E per quanto riguarda i social, li stai usando nel modo giusto? Riesci a vedere di cosa stanno parlando le persone? Se queste cose non sono misurabili non ha nemmeno senso che tu le faccia. Pertanto, se vuoi prendere sul serio i tuoi contenuti di marketing e ottenere risultati reali e misurabili, devi iniziare a prendere in considerazione una piattaforma di Marketing Automation, come HubSpot ad esempio. 3. Assicurati di attirare le persone giuste È come se le aziende si trovassero in cima a una montagna; da questa cima, servendosi di un megafono, gridano il loro messaggio, nella speranza di essere ascoltate dalle persone al di sotto. Le aziende non capiscono che questa modalità non è la strategia vincente, la cosa più saggia è spegnere il megafono e lasciare la parola alle persone. Vi ho proposto l’esempio della montagna per parlarvi di uno sbaglio ricorrente da parte delle aziende. Spesso non vi è un rapporto paritario tra l’azienda (che si pone a un piano superiore) e il potenziale cliente (posto al di sotto); il messaggio non è proposto, bensì imposto. Scendendo dalla montagna e collocandoti alla stessa altezza dei tuoi clienti puoi ascoltare le persone, scoprendo così i loro bisogni e punti deboli. Scoprendo chi sono i tuoi destinatari potrai scrivere contenuti più mirati, il tuo messaggio non sarà indirizzato a più persone indistintamente rischiando così un buco nell’acqua ma sarà rivolto a uno specifico target, o meglio, sarà rivolto al tuo buyer personas. 4. C’è comunicazione tra la tua azienda e l’agenzia di Marketing che la supporta? L’azienda e l’agenzia di Marketing che la supporta devono lavorare in stretta connessione. Affinché gli sforzi di marketing non siano vani, l’azienda deve disporre di una buona strategia interna che sia coerente con i metodi e le tattiche dell’agenzia a cui chiede supporto. La filosofia di Marketing seguita dall’agenzia deve riflettere gli obiettivi dell’azienda, ecco perché costante dialogo, tra le due entità, è necessario. 5. Non dimenticarti di istruire adeguatamente il tuo team Un errore frequente che molte aziende fanno è quello di trascurare l’istruzione dei propri dipendenti, soprattutto quando si tratta di strumenti di Marketing essenziali. Costruire un team altamente qualificato è un’ottima mossa ma sarebbe una macchina senza ruote, per rendere la tua squadra una vera e propria macchina da corsa la tua azienda deve acquistare un software Enterprise per il Marketing Automation, per gestire in modo autonomo un piano di marketing strategico vincente. HubSpot è al momento il miglior software, dispone di tools e caratteristiche in grado di gestire le varie fasi di attrazione e conversione delle visite in contatti. Andiamo per gradi, prima di parlare di HubSpot, ti consiglio di scoprire per intero la metodologia Inbound se vuoi avere successo online. Scarica ora la guida gratuita sull’Inbound, disponibile in PDF per pc, Smartphone e Tablet, scopri tutte le tecniche per attirare nuove visite al sito web, convertirle in contatti e trasformarle in clienti. Non perdere questa occasione, clicca subito qui sotto.

Lascia un commento